Un segretario mezzo toscano

IL PD non è più il partito del noi…dice una piddina renziana doc. Ma quando mai lo è stato? Ultimamente poi era il partito dell’IO. Un po’ di pazienza.
Zingaretti ha nominato la segreteria, un lavoro immane è ancora tutto sudato. Ma lo si può capire: le bombe cadute sul Nazareno in questi giorni lo hanno già devastato.
Ora si trova in trincea coi gufi renziani che sparano a pallettoni infuocati e decantano le gesta di Luca Lotti autosospesosi per “generosità”.
Già, non è indagato nell’affaire CSM, che si sospende a fare il Lampadina,
L’homo de Halonso?
Che carriera che ha fatto! Ministro, sottosegretario, amico del cuore e anche del fegato e frattaglie dell’ex premier, uno molto potente, uno che se parla il senatore Renzi può chiudere bottega e tornare al paesello a darsi al suo sport preferito: la pesca della trota a Yellowstone.
E però è indagato nell’affare Consip di cui, diciamo la verità, chi ci capisce è bravo, molto bravo.
Renzi ha gridato al complotto contro di lui, rimane il fatto che il suo amico riccioluto 37enne a giorni, ha spifferato che negli uffici dell’ente di stato c’erano le cimici per fatti di corruzione ed è stata fatta una bonifica dietro questa sua segnalazione.
Insomma una cosetta da nulla. Si vede che lui coi vertici dei Carabinieri ha molta domestichezza (come direbbe il Principe), perché pare che lo abbia saputo da due pezzi da novanta dell’Arma, indagati pure loro.
Ma è generoso, Luca.
Questa sera tutti a casa di Luca.
Boschi redidiva, mentre manda baci alle folle, fa gli auguri a denti stretti a Zingaretti (toh fa rima), avrebbe preferito un toscano, però…anche un mezzo toscano, diciamo pure che ci avrebbe rivisto bene il suo amico del cuore Matteuccio Renzuccio (per dirla alla Benigni), ma al momento non si può fare.
Ma ci stanno lavorando, occhio Zinga che questi ti stanno minando la sedia, sotto lo strapuntino, potresti ritrovarti a saltare per aria prima del previsto. Il PD va così.
Ti consiglio di mettere qualche cimice, e magari pure qualche bagarozzo, và, non si sa mai non si sa mai, quello che al mondo ci può capitar…

Un commento su “Un segretario mezzo toscano”

Lascia un commento