Renzaltrismo

Matteo Renzi come Maria Elena Boschi,difende i genitori. E si dichiara fiero ed orgoglioso di loro.
Bene! E chi gli dice di non esserlo? Lo sarà anche se la magistratura riuscirà a dimostrare le accuse? Lo sarà comunque? Ma certo, non ho dubbi.
Ma questo non vuole dire intimidire i magistrati? Non è fare il borioso, lo spaccone, fare il Renzi di sempre e anche un pochino più Renzi di sempre?
Va bene che la migliore difesa è l’attacco come diceva Von Klausewitz, ma qui mi pare che Renzi esageri:
Sembrava un cane mastino senza museruola, al Lingotto, alla presentazione del suo libro, mentre perorava l’innocenza, la cristallina adamantina purezza della coppia che o ha generato.
E c’è da credergli. Ma come avrebbero mai potuto mettere al mondo uno come lui, due bancarottieri? Andiamo signori giudice, tornate in voi.
Ho visto un accenno di standing ovation allo scamiciato e sudaticcio ex premier, la sua passione mentre arringava la folla era trascinante.
Ma, c’è da chiedersi, il Pd potrà fare a meno di uno cosi?
Ma non sarà forse il caso che sciolga tutte le riserve e ritorni a fare il numero Uno?
Si ricandidi e non si nasconda dietro la giacca di Giachetti o di Richetti o di Martina o di sua cugina…il Pd sembra non avere altro segretario che lui,
ormai è un dogma della politica: Matteo Renzi ed il Pd sono un tutt’uno.
Tanto che sembra … si vocifera di cambiargli il nome, da Pd (ormai usurato, strascicato, stanco, opaco) in Daje Renzi. Perché un altro come lui ma nemmeno se lo inventi c’è…

3 commenti su “Renzaltrismo”

  1. Renzi difende i suoi genitori, dice di conoscere la verità, e poi aggiunge che ha fiducia che la verità processuale gli darà ragione.
    Non resta che attendere.
    Nel frattempo ha tutto il diritto di rimanere in politica, favorevole o no ai futuri assetti del partito.
    In questo secondo caso però è opportuno che ne esca fuori.
    Insomma, libero di agire, ma lealmente.

    • Eh, già,” lealmente”, la vedo duretta!
      E poi “conosce la verità”, fossi in lui non sarei cosi sicuro e comunque dei magistrati ha già detto che hanno usato “la giustizia ad orolegeria” e che “se la devono prendere con lui” e non con i genitori….se questo non è parlarsi addosso.

  2. Comprensibile che Renzi difenda i suoi genitori nonostante tutto o a prescindere mi stupirei del contrario da uomo politico è abituato a dire la propria verità e come figlio non lo vedo nel ruolo di integerrimo paladino dell onesta’.Per quel che riguarda il PD ( o di quello che ne è rimasto)non lo vedo come segretario ,troppo individualista della serie o con me o contro di me ,o votate la mia riforma oppure me ne vado . No a mio avviso c’è bisogno prima di ricostituire il partito e poi far nascere il leader che sappia fare squadra e riconquistare la fiducia degli italiani

Lascia un commento