Un Tir in faccia

In Sardegna la Lega rosicchia un 12% mentre i Cinquestelle sono sotto il 10. Niente male per il partito del cambiamento, devono essere cambiati gli elettori e a stretto giro di elezione. Una bastonata che Ahiò…quei patagarrusi dei grillini hanno sentito il botto.
Ma Conte tranquillizza: non cambia niente. E meno male che dovevano cambiare tutto. Conte che fa il Riccardo che con la May gioca a biliardo, dice che non cambia niente al governo. No, no, te ne accorgerai se non cambia niente.
Conte…che uomo, guardatelo mentre impugna la stecca sotto gli occhi ammirati della premier inglese. Che stacco di gamba, che profilo greco…sembra Albertone Sordi in una delle sue celebri gag, quando fa l’uomo di mondo.
A lui che importa? Mica è grillino.
Ma se Luigi piange, Matteo non ride con quel faccione barbuto. Questa volta non ha fatto il pieno di voti e non manda bacioni, i pastori gli hanno fatto un gestaccio, uno a caso, c’è ampia scelta.
C’è da preoccuparsi? No. Per niente.Speriamo che sia una tendenza a che gli italiani, dopo la sbornia del 4 di marzo, siano rideiventati sobri.
Ma loro diranno che le regionali non fanno testo.
Magari non faranno testo, ma una bella testata (la seconda) i grillini l’hanno presa.
Ora vediamo se il bernoccolo gli servirà per accorgersi che stanno sbagliando tutto. Chissà che non dicano “Eur…eka”! E alle Eur… opee si presentino con più miti pretese.
Ho molto dubbi: questi nemmeno se prendono un Tir in piena faccia cambiano atteggiamento.
Dopo tutto anche se perdono una stella gliene restano altre quattro. I Quattrostelle… non suona affatto male

3 commenti su “Un Tir in faccia”

  1. Un Tir… o forse un Tav in faccia.
    Quei due, a sentirli, devono essere dei forti incassatori, sono contenti come una Pasqua.
    I due partiti di governo racimolato pochi voti, il Pd in rimonta, pur senza segretario, risulta il primo partito.
    Insieme con le liste civiche il csx arriva al 33%, per essere stato dato per morto, si può ora dire, se non vivo e vegeto, in via di sicura resurrezione.
    Adesso c’è piena parità per quanto riguarda le regioni tra cdx e csx, ma il centro sinistra è meglio distibuito lungo tutto lo stivale.
    Insomma il fenomeno di protesta raccolto dai grillini si sta sgonfiando, la “protesta” messa alla prova ha mostrato che non è capace di governare e che la sua funzione utile è solo quella di dare uno stimolo ai traduzionali partiti di ideologia.

    Adesso è la Lega di Salvini che occorrerebbe erodere, solo così l’onda lunga del cdx potrebbe essere ridimensionata.
    Mi sa che alle Europee ci saranno delle sorprese.

  2. Certo i pastori sardi avranno dato un bell’assist a Salvini che, fiutata l’occasione buona per sostenere il candidato di centro destra, si è precipitato a fare promesse di un euro a litro. Vedremo se saranno anche queste promesse da marinaio.

    • Pare che gli industriali non vogliano concedere più di 72 centesimi al litro. Salvini non decide tutto e comunque di che s’impiccia? Dovrebbe essere il ministro del Lavoro a trattare la vicenda o il ministro dell’Agricoltura, o il premier in persona…ma Salvini è come il Barbiere di Siviglia…

Lascia un commento