La faccia col risvolto

Va bene, ce lo chiede l’Europa, ma come possiamo far passare col voto di fiducia una riforma sulla Giustizia?

Come può un governicchio improvvisato e improvvido, come l’attuale, spingersi a modificare le regole dei processi mettendo la fiducia per paura di non ottenere un largo consenso in parlamento?

Come può Sergio Mattarella permettere una cosa simile? Non è necessario essere dei giuristi per (non) capire che questa riforma è un blitz di Draghi & Co. che passerà se passerà, tra i mugugni delle cosidddette forze progressiste e tra gli applausi delle destre.

Dunque? Siamo a questo? Pur di non smentirsi, pur di autocelebrarsi, i “migliori” sfiorano l’anticostituzionalità (pare, a detta di alcuni costituzionalisti) su una riforma firmata da una costituzionalista.

Ritiro tutto quanto detto in precedenza su Cartabia come prima donna ministro della Giustizia, sarà anche prima donna ma non sta certo facendo meglio di primi uomini o anche secondi, ma, a quanto pare, peggio.

E pare, sempre da quanto leggo sui giornali, che ci sia molto Draghi in questa riforma, Draghi il banchiere, quello che sta con l’Europa senza se e senza ma, whatever it takes.

Devo dire che mi ha molto deluso. Mi pento amaramente del (quasi) endorsment dell’inizio, presa com’ero dall’idea che tutti avrebbbero potuto fare meglio di Conte.  Beh, si, Draghi ha salvato (forse) i nostri salvadanai (e non è poco) ma a che prezzo? Meglio sarebbe stato andare a votare, ma, pare che non si potrà, neppure in futuro, si inventeranno qualche diavoleria?

E che fanno ora i cinquestelle cosi refrattari a tutto e poi cosi docili e “sensibili” e cosi remissivi se gli passa anche alla lontana l’idea che mettersi all’opposizione di se stessi non gli porta bene?

Per non parlare del PD, no non ne parliamo proprio: tappeto persiano logoro più volte calpestato con le scarpe infangate dall’eneffabile Renzi, il quale, ora che ha al governo chi ha agevolato ad entrarci, si sente più che mai Deus ex machina, anzi direi proprio Deus ex SUV con vetri oscurati altro che Smart. Un bel Blu Brother con tanto di occhialoni neri.

No, non salverei proprio nessuno tranne l’opposizione, che, lontana da me anni luce, è l’unica che non sta in questa balletto di linea, in questo rockabilly di doppipetti e grisaglie ingrigite, imbolsiti persino i “giovani” o ex tali grillini d’accatto ex d’attacco che ora si attaccano a tutto pur di rimanere li. Però Meloni Giorgia, devi darti da fare di più, sei un’opposizione ancora troppo “blanda”.

Sconforto totale. Conte era peggio di Draghi ma Draghi non è meglio di Conte.

Sono intercambiabili, la faccia col risvolto come quello dei pantaloni e sono stata ancora buona.

 

5 commenti su “La faccia col risvolto”

  1. Il Conte-DraghiLA, direi.
    Di lui molte cose non mi hanno convinto. Ne cito tre:
    un governo di ministri tutti(o quasi)di estrazione nordista. Vero che in una Nazione non si dovrebbe parlare di Nord e Sud, ma non è il caso dell’Italia.
    Secondo: come è stata liquidata un’opera necessaria come il ponte sullo stretto.
    Terzo: per come viene assegnata quella parte del PNRR destinata ai comuni: verranno premiati quei comuni che saranno in grado di partecipare con capitali aggiuntivi propri: il che equivale a perpetuare la discrepanza tra comuni ricchi e comuni poveri, il che è contrario ad una delle missioni del PNRR.
    Basta così? Be’ mettiamoci pure la fiducia sulla riforma della Giustizia.

  2. Beh, visto che mi pare siano andati tutti al mare o giù di li (a mostare i greenpass a chi glieli guarda, ci vuole un bel coraggio), mi scatenerei un pochino sull’argomento ingiustizia.
    Ma che fiducia e fiducia, fiducia de che? Ma sanno questi quello che fanno? Oppure?
    Ma perché non aspettano l’immunità di gregge? Ormai ci vuole poco, i contagi invece che scendere salgono, ma non è che le pecore siano dispettose?
    Tutti muti su questo però, mi raccomando, meglio non dare soddisfazione al virus che se la ride sotto i baffi…ah ah ah, il virus coi baffi, me lo vedo un po’ come la famosa caffettiera…ah, no l’omino della caffettiera…boh.

    R.
    ne è passato di tempo…

    PS: non è pubblicità ma solo la ricerca del tempo perduto.

  3. Aspettare l’immunità di gregge? Intanto gente in ospedale intubata e qualcuno muore pure. Ottime idee.
    R.
    lo vada a dire ai nostri governanti, io dal canto mio li critico e anche molto, lei li benedice, con questi bei risultati, dunque?

  4. Se non ci fossero i no vax, e assimilati, le cose sarebbero più facili e il mondo migliore.

    R.
    e cosa dire dei delinquenti dei criminali e dei para…spifferi Facchin? O lo trova spolitically scorrect?
    Un modo come un altro per non rispondere quando non si può rispondere se non dando ragione all’interlocutore, naturalmente mi riferisco al suo modo di rispondere non certo al mio.

  5. E’ chiaro che dicendo che il mondo sarebbe migliore mi riferivo all’ambito sanitario attuale, non agli altri problemi. Andate dagli sciamani, è meglio.
    R.
    Facchin, non è chiaro affatto quello che scrive, l’unica cosa chiara è che le sue idee sono poche ma confuse.
    Dallo sciamano ci vada lei, può darsi che gliele chiarisca.

Lascia un commento