Cretini

Arthur Shopenauer diceva: “Di fronte agli sciocchi e agli imbecilli esiste un solo modo per dimostrare la propria intelligenza: non parlare con loro”.

 

La trovo una massima molto saggia.

Dare retta ai cretini è la cosa più inutile che si possa fare, rispondere o abbassarsi al loro livello reagendo alle loro calunnie, ingiurie, offese, molestie varie, non solo è un’enorme perdita di tempo ma ci spinge a diventare un poco come loro.

Ecco, io non rispondo mai ai cretini, se non vengo proprio tirata per i capelli (e spesso succede),cerco di ignorarli.

Ma non sempre è possibile. Arriva il momento nel quale il cretino di turno diventa talmente insopportabile che devi per forza reagire.

Non dico rivolgergli la parola o rispondere alle sue reiterate provocazioni, ma difenderti si.

Esiste la legge che prevede sanzioni anche molto dure per gli stalker. Quegli individui che prendono di mira qualcuno, per un motivo forse sconosciuto persino a loro stessi, e ne fanno oggetto di tutta la loro perfidia.

Arrivare a denunciare uno stalker non è una decisione facile, ma a volte, assolutamente necessaria.

Mi riferisco ai casi nei quali sono le donne ad essere prese di mira dai molestatori seriali. Purtroppo i casi di cronaca ci riportano situazioni nelle quali anche dopo una denuncia, tali individui non smettono di perseguitare le loro prede.

Con l’avvento di internet questi casi sono molto aumentati.

Il cretino molestatore è un personaggio che trova soddisfazione solo se può perseguitare qualcuno. Non solo è cretino e quindi già di per sé una persona dalla quale rifuggire, ma è anche molesto e non di rado con gravi disturbi della personalità dei quali, molto spesso non è consapevole.

Ma esiste anche la versione femminile del cretino molestatore.Eccome se esiste.

E’ molto spesso una donna frustrata, con scarsa autostima che cova rancorose invidie e gelosie verso altre donne che lei ritiene essere più belle o più intelligenti di lei (anche se mai lo ammetterebbe e considera questo un oltraggio ed una grave colpa) e per queste ragioni le perseguita in tutti i modi.

Essendo una cretina e una sciocca andrebbe lasciata cuocere nel suo brodo e non considerata in alcun modo, ma spesso, specialmente quando si tratta di vicine di casa pettegole ed invadenti, non si può  fare buon viso.

No. Non si può.

Ne ho incontrata qualcuna  e per difendermi ho spesso dovuto mostrare i denti.

Si, proprio cosi: mostrare i denti. Non c’è altro modo: dirle chiaro e tondo in faccia che se insiste nello spettegolare o molestare in qualsivoglia modo, parte una denuncia.

Poi, io cerco di ignorare ogni provocazione ma non prima di aver chiaramente fatto capire che non c’è trippa per gatti/e.

E non sono mai arrivata a denunciare, ma non escludo di poterlo fare.

Ma, di solito, l’arma della totale indifferenza nei loro riguardi è molto efficace.

E poi, la vita è troppo breve per sprecarla per dare dietro ai cretini. Lasciarli cuocere nel loro brodo a fuoco lento fino che non si sarà consumato tutto e gli si bruceranno le terga, in fondo, è un ottima soluzione per toglierseli di torno.

Funziona.

6 commenti su “Cretini”

  1. C’è una vasta gamma di cretini, quelli di nascita, quelli che lo diventano, quelli che ci fanno, quelli che non lo sanno, quelli di talento. Ma tutti cretini sono.
    Alcuni cretini si riconoscono da subito, altri si camuffano, è più difficile smascherarli, ma viene sempre il momento in cui si tradiscono, cade la mashera, ed ecco il cretino, ti si para davanti in tutta la sua cretineria, ne sembra quasi orgoglioso.
    Alcuni, se glielo dici in faccia, si offendono:
    -Lei è un cretino
    -Chi, io? Misuri le parole!
    -Le ho misurate, è risultato un cretino perfetto.
    C’è anche un concorso per cretini perfetti, vi partecipano moltissime schiere, premio al vincitore, il Cretino d’Oro.

    RISPOSTA
    si, giusto. E c’è anche il cretino che se qualcuno gli dice: “ma quanto sei intelligente”, ci crede.
    m.g.

  2. ” Un tale, accortosi che i cretini erano la maggioranza, pensò di fondare il Partito dei Cretini. Ma nessuno lo seguì. Allora cambiò nome al partito e lo chiamò Partito degli Intelligenti. E tutti i cretini lo seguirono”. (Dino Risi)

  3. “I cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere.”
    (Arthur Bloch)

    Verità evangelica.

Lascia un commento