Politica con la clava

Non c’era la solita ressa sotto il palco della Lega a Bibbiano. Ma mi chiedo lo stesso come fa la gente a prestare fede alla propaganda di bassa lega della Lega?
Strumentalizzare le disgrazie e i bambini è un modo indecente di fare politica. Possibile che non lo capiscano?
La mamma di Tommy, come è perché è salita su quel palco? Perché farsi strumentalizzare cosi? Capisco la sua rabbia per la licenza premio data alla donna complice dei rapitori del suo piccolo delizioso bambino e capisco che Salvini le abbia offerto uno spazio ben visibile per dimostrarla.
Ma secondo me ha fatto male.Il caso che ha lasciato tutti sconcertati per la crudeltà e il cinismo dimostrato dai componenti la banda dei quali, ora, il capo, sta scontando l’ergastolo,ma non solo, tutta l’inchiesta, le perplessità, le indagini fino all’atroce scoperta della triste e criminale realtà.
Forse ci crede davvero che Salvini con la sua prepotente abilità nel pubblicizzasi, le venga in aiuto? La aiuti a dimenticare o a fare “più giustizia” della stessa Giustizia?
Se è cosi si illude.
La Lega ha dimostrato di usare la giustizia come una clava per i propri fini e di ritenersi persino superiore ad essa e prima che si rivestisse dei panni di questo personaggio sorridente e conciliante con chi gli può tornare comodo, ma sprezzante ed arrogante con chi prende di mira per i propri fini, ha abusato dei soldi degli italiani in mille modi compreso quello di appropriarsi di 49 milioni di euro che, ancora oggi, non si sa che fine abbiano fatto.
Come si fa a lasciarsi ingannare da un partito che nella sua storia ha cosi tali e tante ombre ma si permette di concionare dal pulpito come se avesse il primato dell’Innocenza?

 

Pubblicato oggi su Italians del Corriere della Sera

11 commenti su “Politica con la clava”

  1. È tipico dei populisti afferrare ogni occasione che colpisce e indigna l’opinione pubblica e volgerla a proprio vantaggio.
    “Guai a chi tocca i bambini” urla.
    È chi lo potrebbe cintraddire?
    Ma Salvini sottointende altro:
    “Vedete come sono buono io, mentre gli altri nicchiano o addirittura sono conniventi”.
    Sulla sconcertante vicenda indaga la magistratura che già ha fatto le sue mosse per stabilire la verità e far pagare chi deve pagare.
    Ma lui si appropria del caso e fa capire che se non ci fosse lui…
    Insomma è lui il vero guardiano della legalità.
    RISPOSTA

    ed è sorprendente come la gente si faccia menare per il naso da uno cosi.

  2. Come si fa a lasciarsi ingannare da un partito che nella sua storia ha cosi tali e tante ombre ma si permette di concionare dal pulpito come se avesse il primato dell’Innocenza?”
    E’ giusto chiedersi come faccia la gente a farsi ingannare.
    Io provo a spiegarmela così.
    Ho assistito, durante la prima repubblica, a campagne denigratorie verso i politici e la classe politica, ma mai si era arrivati a questi livelli.
    Furono presi di mira Andreotti e altri politici di spicco, ma in maniera più elegante.
    Un primo salto di qualità fu il processo “mani pulite” che diede il via all’attacco con ogni mezzo alla classe politica dominante. Fu usato per la prima volta il metodo, che mi lasciò allibito, di trasmettere quotidianamente brani di processo in cui Di Pietro poneva ad un politico una domanda imbarazzante, mentre non veniva trasmessa la risposta dell’interessato.
    Un altro salto di qualità si fece con i governi presieduti da Berlusconi.
    Si aprirono blog – tra cui famoso quello di Beppe Grillo, che frequentai per un po’ – dove si diceva di tutto su Berlusconi, e si scrivevano non solo fatti, ma soprattutto insulti.
    Si aprirono filoni di indagine su tutto quanto poteva screditare il premier, dalla sua disinvoltura come imprenditore alle sue avventure di sesso.
    Quello che stupiva erano i toni e la terminologia. Forse fu la prima volta che verso i politici si manifestò non solo aggressività e disapprovazione, ma vero e proprio odio.
    Nel frattempo Internet si era sviluppata in misura esponenziale e qualsiasi co@@@@ poteva togliersi la soddisfazione di scrivere da qualche parte e veder pubblicate e condivise le sue idee.
    Sono nate e cresciute in questo periodo le varie “leggende”: dalle scie chimiche ai complotti della Monsanto , delle banche, delle case farmaceutiche, e del Gruppo Bildemberg.
    La propagande politica si è adeguata, scadendo di qualità. Nessun partito, e nessun politico, ad eccezione del buon Mario Monti che operò come una specie di “commissario” sì è potuto permettere di rinunciare al populismo e agli argomenti di bassa lega. Populismo illusorio, come l’abolizione dell’ICI di Berlusconi, gli 80 euro di Renzi, la quota 100 di Salvini, il reddito di cittadinanza del M5S, o anche piccoli regali irrilevanti come l’abolizione del superticket. E anche populismo aggressivo che strumentalizza gli errori dell’avversario politico demonizzandoli e spettacolarizzandoli.
    Che ci possiamo fare? La comunicazione ha fatto un salto di qualità in peggio, i mentecatti che prima nessuno ascoltava oggi collezionano “like” a non finire.
    Spero solo che non si ripetano i fatti degli ultimi 2 anni, quando i populisti, gli incompetenti hanno avuto (e hanno ancora) in mano le redini del Paese.
    Cordiali saluti

    RISPOSTA
    quindi, se capisco bene lei mette tutti nello stesso pentolone, non salva nessuno: tutti colpevoli, nessun colpevole?
    E poi:”Forse fu la prima volta che verso i politici si manifestò non solo aggressività e disapprovazione, ma vero e proprio odio.”
    Avrebbe preferito che i magistrati non indagassero? Che nessuno denunciasse? che Craxi e Berlusconi ( o altri) uscissero impuniti come politici al di sopra della legge ed ingiuidicabili? La politica deve avere sempre un salvacondotto?
    Potrebbe chiarire?

  3. Buongiorno Sig.ra Gazzato,

    potrei anche essere completamente d´accordo sul contenuto del suo
    articolo odierno su Italians. Temo, pero´, che la solita vecchia
    malattia degli italiani, ossia la ” memoria corta” riapparga piu´forte
    che mai. Io ho superato il 70 anni d´eta´ e non ricordo ( nemmeno
    sforzandomi al massimo) NESSUN Governo italiano del passato che abbia
    agito correttamente e nel solo interesse dei propri compatrioti. Forse
    – come Personaggio- l´unico che si potrebbe salvare e´Sandro Pertini.
    Tutto il resto e´…………..vergogna.

    Un misto di avidita´del potere, avidita´finanziaria, porcherie
    piu´abiette e…chi piu´ne ha, piu ne metta……… Oggi ho l´orgoglio
    di non appartenere piu´a nessun partito, di essere apolide e di mandare
    a quel Paese chiunque decida di andare a votare. E´una mia scelta
    personale !!!
    RISPOSTA
    io rispetto le sue opinioni, ma non sarei cosi drastica. Non è tutto da buttare, sarebbe davvero triste. Qualchecosa che si salva c’è e di sicuro se ci pensa la trova anche lei.
    E votare lo ritengo un diritto- dovere irrinunciabile, è l’unico modo che hanno i cittadini per espremere un’oponione che possa incidere sul sistema anche se lo sappiamo bene che poi le varie intese possono anche stravolgere il voto dei cittadini.Ciò non toglie che la democrazia, se pur imperfetta è l’unica scelta posibile e non votando lasciamo a chi vorrebbe sopprimerla la possiiblità di farlo.

  4. Non faccio pronostici, ma una cosa la vorrei dire: Salvini in quanto a vendersi sa il fatto suo, pubblicità a stramanetta dappertutto, mancava solo che uscisse dal phon e poi avevamo fatto bingo.
    Ma come? Tutti sintonizzati su di lui e se non fosse per le sarde sadoni e sardine col luccio…che…ma non mi pronuncio, tengo lo tutte le dita incrociate mani e piedi.
    Bonaccioni poi…io lo farei premier ora che è cosi sexy, altro che quella triglia lessa scondita del Conte.

  5. All’Agenzia di banca dove vado è comparso un avviso: dal 10 febbraio prossimo l’orario del mattino si riduce, si chiude mezzora prima 8:25 – 12:45 il mercoledì 12:30. Da tempo il personale di questa Agenzia non maneggia più i contanti, tutto è delegato ad una specie di totem.
    In Europa molte banche chiudono gli sportelli e riducono il personale.

    Oggi sono passato a d una edicola di giornali ben fornita, gestita da un egiziano.

    Mi sembra ci sia una contraddizione, meno posti di lavoro, italiani in difficoltà, Pd e Sardine sono per apertura ad africani ed asiatici,
    le navi Ong portano i finti naufraghi dalle coste africane alle coste europee, dove li scaricano ma non danno loro un lavoro. E che fanno?

    Sicuramente la Lega e Salvini fanno molti errori ma perlomeno cercano con estrema difficoltà a ridurre i troppi immigrati, a Roma tutti i negozi di frutta e verdura sono gestiti da extra comunitari, un monopolio, nelle campagne la maggior parte dei dipendenti delle aziende agricole sono stranieri, un’invasione. E in futuro?

    Come fa la gente, e Mariagrazia Gazzato, a prestare fede alla propaganda di bassa lega di Pd e Sardine? Come si fa a lasciarsi ingannare da Pd e Sardine?

    Domenico
    RISPOSTA
    Intanto i naufraghi non sono finti, il mediterraneo è un cimitero a cielo aperto, e la manodopera straniera è molto apprezzata in Italia e anche ricercata per molte mansioni non escluse quelle che gli italiani non intendono più eseguire, come, per esempio, essere sfruttati per pochi eruro nella raccolta dei pomodori in condizioni di quasi schiavitù.
    Non mi risulta che né il Pd né le sardine (che non sono un partito) adottino mezzi propagandistici del tipo di quelli adottati dalla Lega ma al contrario cerchino in tanti modi di tenere bassi i toni e lo scontro. Siamo davvero su piani diversi.
    Oggi poi il leghista è andato in pellegrinaggio.
    Cosa ci serve di più per aprire gli occhi su un tale personaggio?

  6. Pubblico, ovviamente senza nominarlo (non se lo merita) il gentile messaggio pervenutomi da una “signore” che, evidentemente, ha grande rispetto delle altrui opinioni.
    Non penso assolutamente che tutti i fans di Salvini siano cosi, anzi, penso che ci siano in maggioranza bravissime persone, ma questo è un esempio di dove possa portar e la propaganda che semina odio alla ‘ndo cojo, perché questo “signore, si permette di insultarmi in questo modo senza avere neppure la pallida idea di chi io sia, cosa pensi della sinistra, cosa voti, ma prendendo solo lo spunto dalle mie considerazioni su un partito del quale evidentemente lui è un fan.
    E manda persino la “preghierina” finale: perfetto fan di uno che è andato a raccomandarsi alla Madonna per vincere le regionali in Emilia!

    Scrive, questo “gentiluomo”:

    “””DA CHE PULPITO PARTE LA PREDICA !!!!!!!!!!!!!!il

    LA STRAMALEDETTA , MALEDETTA DA DIO E DAGLI UOMINI SINISTRA
    DOPO AVER RIEMPITO IL PAESE DI LIQUAME UMANO DI OGNI SPECIE , SEMPRE CON
    L ´INTENTO NEL PROSSIMO FUTURO DI PASSARE LA SOLITA LEGGINA ( JUS SOLIS, JUS CULTURAE , JUS CLIMA O JUS IDEOLOGIA )
    E FARLI TUTTI DIVENTARE DI ITALA PROGENIA IN MODO DA PERPETUARSI AL COMADO ,
    NON MANCA DI CANTORI GREGORIANI CHE DECLAMANO LE ALTRUI VERGOGNE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    FANNO BENE GLI IRLANDESI CHE LA MATTINA QUANDO SI SVEGLIANO PRIMA RECITARE IL ^^ PATER NOSTER ^^
    DECLAMANO LA PREGHIERA IRLANDESE CHE DA MOLTO TEMPO HO FATTO ANCHE MIA !!!!!!!

    May those who love us love us,
    And those that don´t love us,
    May God turn their hearts,
    And if He doesn´t turn their hearts,
    May He turn their ankles,
    So we´ll know them by their limping

    Amen”””

    Beh il punto esclamativo a questo punto lo metto io e ne metto anche uno interrogativo, và.

  7. Cara signora Gazzato, lei mi chiede di chiarire e io chiarisco il mio pensiero.
    Io accomuno tutti i partiti in questo scadimento dei toni non per condannarli o assolverli tutti alla stessa maniera, ma semplicemente perché sono tutti vittime o artefici di un fenomeno comune che pervade la società.
    Il fenomeno della comunicazione di bassa lega, fatta di insulti, di bugie, di scandalismo, di indignazione è un fenomeno nazionale, e anche internazionale, e i partiti cercano con diverso stile di trarne vantaggio anziché subirlo.
    Lega e M5S hanno scelto il populismo aggressivo, mentre PD usa sistemi più sottili, come la manipolazione dell’informazione fatta di aggettivi, di omissioni, di istillazione di sospetti.
    Ormai non è più necessario scrivere sui muri la propria indignazione o il proprio odio contro qualcuno. Molto più comodo e sicuro farlo su internet.
    E, se la gente si è abituata a comunicare così, anche i partito hanno scelto di passare su questa nuova piattaforma comunicativa.

    Quanto ai finti naufragi, mi sembra evidente la situazione, e per negarla ci vuole molta fantasia.
    Da quando le navi militari o di società private create ad hoc hanno deciso di pattugliare le coste della Libia appena fuori dalle acque territoriali, è ovvio che i trafficanti si sono organizzati.
    Anziché usare costosi gommoni con motori potenti, che spesso erano sequestrati, con l’arresto dei loro piloti, hanno deciso di usare imbarcazioni destinate alla demolizione che non valevano niente.
    Inoltre, dovendo navigare solo per poche miglia, le hanno caricate di un numero esorbitante di persone.
    E se il carico è eccessivo, e se sta sul ponte, la barca perde la “stabilità di forma” e tende a rovesciarsi se il carico si sposta tutto da un lato.
    I trafficanti, in sostanza, approfittando della rete di salvatori ormai sempre presente, hanno risparmiato sulle imbarcazioni aumentando il rischio di annegamento. Ovvio che quelle imbarcazioni non prenderebbero mai il mare se, poche miglia al largo, non ci fossero navi serie pronte a trasbordare (più che salvare) i migranti.

    Un mistero che io non mi so chiarire è perché tante persone sono disposte a pagare 2000 euro a testa, a subire maltrattamenti e a rischiare la vita in mare quando un biglietto aereo dal centro Africa all’Italia, acquistato per tempo, costa sui 300 euro.

    Prima di tutto, bisogna osservare che un africano in grado di pagare 8000 euro per trasferire in Europa la famiglia non è un poveraccio. Nei Paesi africani poveri le persone con una tale disponibilità di liquido appartengono almeno alla classe media.

    L’unica risposta che mi so dare è che quei 2000 euro sono il prezzo della clandestinità e servono a forzare una porta che altrimenti sarebbe chiusa. E che queste persone non vengono da noi per sopravvivere, ma per fare fortuna, e il larga misura non attraverso il lavoro.
    A Roma i cinesi lavorano sodo, i bengalesi delle frutterie, delle sartorie e dei negozi di ferramenta, anche se stanno monopolizzando il piccolo commercio facendo chiudere i negozi gestiti da romani, almeno lavorano sodo, i filippini lavorano sodo, anche buona parte degli albanesi e dei rumeni lavorano sodo.
    Gran parte di quelli che arrivano dal centro Africa con i barconi, a Roma, chiedono l’elemosina in vario modo, anche in forme organizzate. O, peggio, non chiedono niente e stanno in gruppetti, appoggiati al muro, nei pressi della stazione e in altri punti specifici della città apparentemente senza fare niente.
    E a me la gente che passa le giornate senza fare niente mi preoccupa.

    RISPOSTA
    Non sono d’accordo.
    I partiti nonn sono tutti uguali e non tutti usano la stessa forma di propaganda. Il Pd meno di altri. Anzi il Pd ha per troppo tempo guardato troppo poco alla comiunicazione per problemi legati alla gestione interna. E altri ne hanno approfittato.La sua analisi ha tutti i connotati del classico qualunquismo.
    L’emigrazione è un fenomenoepocale che ha molteplici ragioni, la propaganda leghista non ci prova neppure a risolverlo.
    Le persone oneste che lavorano qui sono un contributo importante alla nostra economia, i delinquenti ci sono in tutte le nazionalità e la criminalità sfrutta il fenomeno per ingrossare le proprie fila.
    Gli africani è troppo generico, ci sono i ricchi come i poverissimi, ci sono paesi che privano dei documenti i cittadini per impedirgli di espatriare , dittature dalle quali chi può scappa con qualsiasi mezzo.
    E la gente può passare le giornate come meglio le aggrada, purchè non delinqua altrimenti deve intervenire la forza pubblica.
    Salvini sta solo sfruttando il momento ma non ha fatto altro che aggravare il problema.

  8. Chi ha parlato di Salvini?
    Mi pare che la sua risposta, sì, sia qualunquista.
    Lei dice che il PD non manipola l’informazione. E allora come spiega che parlano sistematicamente di migranti “salvati” anziché usare il più oggettivo “raccolti in mare”, e perché hanno coniato il termine ONG (che somiglia tanto alle benemerite ONLUS) invece di chiamarle società private. E potrei continuare a lungo ad elencare tante sottili manipolazioni.
    Quanto agli immigrati che passano le giornate inoperosi o chiedendo l’elemosina, lei se la cava dicendo che facciano quello che vogliono.
    Io non mi fermo a questa considerazione pilatesca.
    Visto che tutti devono mangiare, avere un tetto e comprarsi le cose, chi passa le giornate senza far niente, o è mantenuto dallo Stato italiano, o delinque.
    Tertium non datur.
    RISPOSTA
    “Lega e M5S hanno scelto il populismo aggressivo, mentre PD usa sistemi più sottili, come la manipolazione dell’informazione fatta di aggettivi, di omissioni, di istillazione di sospetti.”
    Lei parla di Salvini, anche qui, quando parla di Lega o pensa che lui con la Lega non c’entri?
    Se ritiene le mie risposte qualunquiste non faccia considerazioni del genere che io, se non le dispiace, ritengo qualunquiste. Il Pd ha molte colpe soprattutto con la disastrosa conduzione Renzi, fa errori edomissioni di continuo, ma non usa e non ha mai usato terminologia e espressioni aggressive o che possano seminare odio e men che meno manipola l’informazione. Non ci credo manco se lo vedo. E se qualcuno del Pd lo ha fatto ha sbagliato.
    Pr quanto riguarda il resto io penso che sia lei a vedere manipolazioni dove non ci sono.
    E, se da una canto è giusto che ognuno abbia un lavoro allora lei dovrebbe però parlare anche dei tanti italiani che sono a spasso e si aggirano nullafacenti per le strade o che emigrano.
    Cosi lei non fa che avvalorare le tesi populiste di Salvini. E stare a guardare sempre la pagliuzza nell’occhio altrui impedisce di vedere le travi nei propri.

  9. Come ho scritto sopra, le manipolazioni di Salvini e, in minor misura, quelle del M5S sono rozze e riconoscibili.
    Il partiti del centrosinistra, invece, hanno molto più mestiere e sanno come manipolare le informazioni senza farsene accorgere.
    Io sono particolarmente sensibile, e quando sento usare una parola al posto di un’altra, o aggiungere un aggettivo non necessario, sento subito odore di manipolazione.
    Altra manipolazione sottile è quella di dare solo certe notizie e non altre.
    E in questo RAI3 e RAI news 24 sono maestri.
    Vorrei anche che si smettesse di concludere semplicisticamente che, se io critico la sinistra, vuol dire che sono d’accordo con Salvini.
    La realtà non è così semplice.
    Nella maggior parte dei temi su cui scriviamo qui io non sono d’accordo né con la destra, né con la sinistra, e credo che esistano altre strade percorribili, e altri politici più in gamba di quelli che si contendono il potere oggi (Carlo Calenda, tanto per fare un nome).

    risposta
    mi risulta che sia lei a fare paragoni e differenziaioni e fintanto le fa lei io le faccio notare dove, secondo me sbaglia, semplice interlocuzione.Beh però che la sinistra abbia in mano le tv…Lenzini ma lei per caso vive a Fiabilandia?
    Ma su Calenda sono d’accordo, mi pare una brava persona e un politico di rispetto.

  10. Che la sinistra abbia in mano RAI3 e RAI news 24 è vero, perché i dirigenti sono sempre della scuderia di Carlo Freccero. E non cambia niente quando cambiano i governi.
    Io smetterò di pensare che quelle due reti sono di sinistra quando smetteranno di parlare di migranti “salvati in mare” e diranno più realisticamente “raccolti in mare”. Mi accontento di poco.

    RISPOSTA
    “raccolti in mare”? Come i sacchetti di plastica?

  11. “trasbordati” è meglio? Oppure “recuperati”? o “imbarcati”?
    Di solito i naufraghi si raccolgono e si fanno salire a bordo. Che poi fossero o meno a rischio di affondare, o che l’affondamento fosse programmato, è da vedere caso per caso.
    Ma salvati in ogni caso, per favore, no ….
    Quando fanno vedere i video mi sembra che passino ordinatamente da una imbarcazione all’altra.

    RISPOSTA
    come no? Tranquillamente è la parola giusta, e meno male perché di affogare hanno già rischiato, forse gli conviene stare “tranquilli” data la situazione e anche non farse prendere dal panico. Lenzini stiamo parlando di persone non di oggetti non identificati, se lei ritiene che “recuperare” delle persone che stanno per andare a picco non significhi salvarle allora mi pare che stia solo facendo a pugni con la lingua italiana, contento lei…

Lascia un commento