Singing trees

You have no choice
except to stand
in front of naked life
when you are sick
nobody’s there just
plenty of you and
voices from the past.
Absolute silent at
night while you are
alone with yourself
and the ceiling.
And there you are
from head to feet
your very self
unknown to those
white walls.
That nusty buzzing
in you ear as if life
was somebody else’s
business.
And life is the last
thing you have in mind
letting yourself down
until you touch the sky.
And now it’s morning
and life is still with you
out of the windows
trees gently sing
that loving tune.

 

 

E’ un po’ triste ma alla fine quegli “alberi che cantano” sono un segnale di speranza.

Segue traduzione (forse).

Tu Bishvàt - il capodanno degli alberi | Mosaico

2 commenti su “Singing trees”

  1. Mai triste, a proposito di alberi, come quella degli strani frutti sugli alberi del Sud cantata da Billie Holliday.

    Risposta
    ha ragione, mai cosi triste ma bella e suggestiva

  2. Il canto degli alberi:

    Nessuna scelta per te

    se non stare davanti

    alla tua nuda vita

    quando sei malata.

    Non c’è nessuno con te

    solo molto di te stessa

    e voci del passato.

    Silenzio assoluto nella notte

    mentre rimani solo

    tu e il soffitto.

    Ed eccoti qui,

    interamente tu

    dalla testa ai piedi,

    sconosciuta

    a quelle bianche pareti

    Un ronzio fastidioso

    alle orecchie

    come se la vita fosse

    affare d’altri.

    E la vita è l’ultima cosa

    a cui pensi
    quando ti lasci andare

    finché non tocchi il cielo

    Ed ora è mattino

    e la vita è ancora con te

    fuori dalle finestre

    gli alberi cantano dolcemente

    una melodia d’amore.

    Risposta
    Grazie, Alessandro per questa bella traduzione.

Lascia un commento