Dove sta Zazà?

Alcuni emigranti che erano sulla Diciotti,la nave italiana che ha creato il famoso caso Salvini, vogliono intentargli causa e chiedere i danni per essere stati sequestrati per giorni a bordo della nave in barba a tutte le leggi italiane e internazionali sui di diritti dell’uomo.
Salvini /Osiris manda bacioni.

Abbiamo Berlusconi sulla spalliera del letto che mette ansia al governo.
Non vede l’ora che il governo cada, da dei rimbambiti (non è una novità) agli italiani che votano male soprattutto quando non votano Forza Italia.
Grillo si è fermato a Cagliari.
Giachetti candidato alla ambitissima segreteria Pd, manda a c…Martina.
Maria Elena dice che gli italiani le daranno un’altra chance…Renzi è troppo nervoso e manda a quel paese i giudici che indagano sui suoi. Il padre si dichiara vittima di un grave errore giudiziario e bacia la moglie in terrazzo di casa e passeggia col sigaro mentre prende aria.

Tria passeggia con la cartellina sotto braccio e gli occhi bassi e ripete tra sé: “no manovra aggiuntiva, no manovra….”per autoconvincersi.
Di Maio si guarda le spalle ogni cinque minuti per paura di vedere il fantasma di Rousseau… e Conte…
Già, e Conte dove stà?

Dove sta Zazà?
Non starà riflettendo se lasciare il paese travestito da Pulcinella?
La crisi è sempre in agguato e lui ha il sistema nervoso delicato.
Vada presidente, vada…go man, go!

5 commenti su “Dove sta Zazà?”

  1. Zazà è tutto preso a sognare l’anno bellissimo che sarà per l’Italia, il 2019, ma non tutto, solo la seconda parte. Anzi, questo l’aveva detto prima, adesso si accontenta dell’ultimo trimestrea, domani dirà dell’ultimo mese
    Dirà che saranno un Natale e un fine anno da fine del mondo, con giochi d’artificio, trictrac, girandole, moschetteria e poi fiumi di champagne (per questo andrà a far pace con Macron) e panettone alto come il duomo di Milano. Lui, Salvini e DiMaio se lo sbaferanno alla faccia dei migranti che se ne resteranno in Africa a mangiare noci di cocco.

    • Non so se hai seguito Cottareli a Piazza Pulita? Ha fatto un quadretto non troppo ottimistico della situazione economica e notare che lui è un ottimista.
      Questi pensano a fare propaganda (Salvini da una settimana in Sardegna per promuovere il candidato del centrodestra e al ministero chi ci sta?). il ministro Tria sembra un passante e il premier sembra un pezzo di legno.
      Mi sa che era meglio se il governo lo faceva Cottarelli.

  2. I governi, è difficile che lo facciano i saggi, per tre motivi:
    il primo è che tra il dire dei saggi e il metterlo in pratica c’è di mezzo l’inerzia del sistema che saggio non è, ma vanifica le azioni dei saggi.
    Il secondo è che la molteplicità degli bisogni di un popolo di non saggi è tale, che un saggio vorrà soddisfarli tutti, e finirebbe con non combinare nulla, scontentando tutti.
    Il terzo è che i saggi non conoscono l’arte di prevalere e affermarsi, ma si fanno sempre mettere nel sacco dai furbi.
    E ben gli sta.

  3. Ricordo come Cottarelli fosse stato preso a modello dai grillini per recuperare risorse riducendo gli sprechi.
    Anche questo fumo negli occhi, certo Cottarelli, non intendeva bloccare tutto i cantieri.

Lascia un commento