Il sindaco chiede scusa…

Ci sono due fermati per le violenze avvenute a  MIlano su molte donne, da parte di un gruppo di mascalzoni tutti giovanissimi. Poca eco è stata data alla notizia: donne che stavano festeggiando (non so che cosa ci fosse da festeggiare) il capodanno e che sono state assalite con violenza, alcune stuprate e altre derubate.

Pare che le denunce siano arrivate in massa e che però non siano tutte e che ci sia anche chi non è andata a denunciare il fatto. Non mi meraviglia affatto: la paura di essere sottoposte a interrogatori infiniti e inconcludenti è un valido deterrente.
Bella roba!
Ne parlano i giornali stranieri, ci facciamo davvero una gran gran figura.
I fermati sono due stranieri e si dice che il gruppo degli indagati sia formato in maggioranza da stranieri italianizzati. Ma, pare, non siano ancora stati identificati tutti..
Non cambia certo la gravità dell’accaduto. Lo schifo e la totale mancanza di controlli da parte delle Forze dell’Ordine.
Un paese allo sbando che permette che le donne vengano pubblicamente rapinate e violentate in una delle piazze più famose al mondo sotto gli occhi di tutti.
E la “scomparsa” di donne ritrovate cadaveri, è all’ordine del giorno e non fa più notizia. Un paese ancora immerso nell'”emergenza” dopo un tempo infinito che non sa guardare ad altro a parte le astruserie funamboliche dei politici e delle loro sfrenate ambizioni personali, e dove succedono fatti ignobili come questi, non è più un paese civile, se mai lo è stato.

3 commenti su “Il sindaco chiede scusa…”

  1. Forse alla polizia era stato suggerito di non dare addosso agli immigrati, in quanto poco “politicamente corretto” di questi tempi.
    Se lo avessero fatto, forse le sinistre li avrebbero accusati di usare metodi repressivi con risvolti razzisti.
    Poi le cose sono andate oltre le previsioni …..
    Ci dobbiamo decidere: o vogliamo una polizia efficiente, e allora la dobbiamo rispettare, al limite anche quando esagera, o vogliamo una polizia tollerante, e ne dobbiamo accettare le conseguenze.

    R
    ma, scusi, ma che ragionamento sarebbe? Ma si rende conto? E’ colpa della sinistra se la polizia non interviene? Ma mi faccia il piacere. La polizia deve fare il porprio dovere sic et simpliciter senza abusi, semplicemente il proprio dovere: prevenire i reati.

  2. Liugi, vogliamo una polizia efficiente, che non travalichi i limiti della legalità. È chiedere troppo?
    La polizia, quella sera a Milano, a a Piazza Duomo, era indaffarata a controllare i green pass, alla richiesta di aiuto sembra abbiamo sorriso (testimonianza di una donna tedesca), la sinistra non c’entra e comunque, la polizia e una istituzione, non dovrebbe farsi influenzare dai partiti politici.

  3. Il ruolo della polizia in questo periodo è particolarmente delicato.
    Il Covid crea problemi non da poco.
    Nelle manifestazioni dei no vax le cariche della polizia sono state criticate pesantemente. Siamo in un periodo di forte tensione sociale.
    Del resto, per reprimere una rissa o un aggressione di gruppo bisogna entrare in contatto fisico con le persone, verosimilmente tutte senza mascherina, e si rischia di contagiarsi. Comprensibile che i poliziotti cerchino nei limiti del possibile di non intervenire.
    Comunque, vedo che si tende a girare intorno al vero problema: l’atteggiamento sprezzante e aggressivo verso le donne da parte degli immigrati provenienti da certe culture.
    Abbiamo dimenticato l’ondata di stupri di gruppo da parte di immigrati che si verificò in diverse città della Germania all’inizio del 2016?
    E allora non c’erano green pass da controllare, e la polizia era quella tedesca.

    R
    no, non l’ho dimenticato certo. Il vero problema sarebbe “l’atteggiamento sprezzante etc.etc….”, no, il problema in questo caso è la violenza di uomini verso delle donne che erano li solo per festeggiare il capodanno. La polizia non deve fare distinguo tra nazionalità, ma intervenire per difendere qualcuno che viene aggredito e siccome è accaduto in pieno centro trovo molto difficile trovare giustificazioni per i mancati iterventi, quando invece si tratta di caricare i manifestanti, non stanno a guardare e a farsi tanti problemi, caricano e basta. Se il poliziotto teme di contagiarsi e non aiuta qualcuno che sta subendo un’aggressione per questo, stiamo messi proprio male, c’è da chiedersi se stanno li solo per mostra campionaria o cosa.

Lascia un commento