Piddì chi?

A guardarli sulle foto e nei video, Zingaretti e Bonaccini ho avuto l’impressione che uno minacci da bonaccione e l’altro spari zingarate.

Insomma, poco mi piacciono entrambi.

Anzi, ambodue. C’è di mezzo un terzo uomo, chi sarà? Vi lascio indovinare. Tra Bonaccia e Zinga, non può che esserci lui.

Si, quello, insomma, se ancora non lo avete capito ve lo dico in due parole: Matteo Renzi.

Perché di vivacchiare con Italia Viva non ne può più, si è già stancato del nuovo giocattolo, ora pensa già al grande rientro all’ovile. E sono in tanti a preparargli la Ola per il grande evento, Bonaccia in testa.

Oh…renzi, Oh…renzi, renzi, renzi oh, …(in minuscolo perché è un’esclamazione non un nome). Ormai Renzi è un incitamento… o’renzi.

Un po’ come O’Connor. Si, lo so che non c’entra, ma mi piace.

Insomma O’Zinga non ce la fa. Non regge, affonda con tutta la barca. Ma quale PD guida? Quello che sta sull’autoscontro? E con chi si scontra se non con la macchinina di DiMaio già preventivamente tronfio per la vittoria annunciata del referendum sul taglio dei parlamentari? (LI sottometterei a ben altri tagli, come direbbe Totò, i grillini ipocriti).

Perché sarà la “sua” vittoria. Del PD che lo ha sostenuto, non interessa nulla a nessuno, anche perché nel PD voterebbero tutti NO e invece no, devono votare SI per fare piacere a quello lì che andrà a strombazzare in decapottabile per le vie di Roma con accanto una Raggi scarmigliata e coi capelli al vento…mi pare già di sentirli, li ho nelle orecchie, para papara…

E Conte? Dove sta Conte? Cosa fa Conte? Attende che passi il cadavere dell’amico? Ma che cosa gli importa? lui non ha partiti, lui è oltre, sopra, lui viaggia tre metri sopra il cielo della politica.

Mentre Zinga lo rincorre col fiato corto.

Hai fatto male, hai fatto malissimo a dare retta a Renzi, lui mira solo a…all’orso.

Sei tu Zinga il suo orsacchiotto, fattene una ragione.

Non la vedo bene, congresso o no, ti stanno per tendere un trappolone. e per le trappole non hanno rivali.

Confidati con Bersani, lui se ne intende, i grillini lo hanno già messo al muro una volta Il PD 101…, ora tocca a te, chiedi consiglio a chi l’esperienza l’ha già fatta. Magari ti dice di filartela, di non stare lì a pettinare i Bonaccini.

Ma, temo che sia troppo tardi, sei già con un piede nella rete, fra poco ci finisce anche l’altro e allora…se per caso dovessi perderti la Toscana saranno dolori e allora non basterà uno spritz senza mascherina.

Eh, Zinga, mi dispiace dirlo, ma il nomignolo MaZinga che ti ho dato all’inizio della tua avventura ora fa un po’ pena, anzi un misto di pena e di tenerezza.

Diciamo che per salvare l’Italia da Salvini ti sei compromesso con l’anticasta più casta che c’è…ma nessun candore nei grillini, sono più furbi di te, credevi di non infarinarti andando al loro mulino? O te ne sei pentito il giorno dopo?

Mi dispiace dirtelo, sei pronto per la frittura e ti rosoleranno per bene.

Se posso darti un consiglio, vota No al referendum, ribellati, diglielo sul muso a Dimiao che voti No e che l’alleanza non c’è più, come non c’è mai stata perché tu ti sei alleato con chi non si è mai alleato con te. Ha fatto solo finta. Non fanno mai alleanze, solo trabocchetti e alla prima occasione sono pronti per girare il …muso dall’altra parte.

Dichiara fallito questo matrimonio prima che ti chiedano anche gli alimenti. Sono buoni a niente ma  lo hanno dimostrato:capaci di tutto pur di rimanere al potere. Salta la staccionata e stupiscici con gli effetti speciali da supereroe e rompi tutto il rompibile (si dirà cosi?).

Forse sei ancora in tempo. Anche se ho molti dubbi.

2 commenti su “Piddì chi?”

  1. Nel decreto Covid che prolunga lo stato di emergenza fino al 15 ottobre, il governo ha infilato una norma che permette di rimanadre il rinnovo dei vertici dei servizi segreti.
    Immagino che Conte abbia un interesse a farlo.
    Ma parte dei grillini non sono d’accordo, vorrebbero presentare un emendamenti che impedisca la riconferma dei vertici oltre i quattro anni: cosa molto opportuna, vista la delicatezza di certe funzioni i cui titolari, se detengono per troppo tempo la carica, possono essere tentati a prevaricare, come già successo in passato.
    Ma ecco che il governo pone la fiducia per evitare che l’emendamento passi.
    Domanda? Che c’entrano i servizi segreti con Covid-19? Qual è l’interesse del Governo di prolungare l’incarico ai vertici?

    Risposta
    si, mi pare di aver capito che il capo dell’Intelligence sia una sua persona di fiducia…ma non si può fare.
    Chissà quante cose verranno fuori da dentro quel decreto offcovid …la cosa non è per niente chiara e pensa un po’ con meno parlamentari che “rompono” che cosa combinerebbero! Poveri italiani che si lasciano abbindolare da Conte e tra questi c’è anche Zingaretti, almeno se non avrà uno scatto di nervi e di orgoglio prima di subito.

  2. Il Pd è al governo, ma paradossalmente sta attraversando un periodo di crisi tra i peggiori, e non ha risolto ancora il problema della sua vera identità.
    Zingaretti s’è rivelato un segretario di attesa, non è versasto per la riorganizzazione del partito, e manca di idee veramente innovative.
    Ma è un po’ tutta la politica che in Italia segna il passo, brutto segno che può preparare il terreno a quelle svolte autoritarie che proprio i nostri Costituenti s’erano ingegnati a scongiurare.
    La riduzione dei parlamentari va peopio in questo senso.

    Risposta
    si, va in questo senso e sarebbe compito proprio del PD di farla andare in senso opposto e invece? Pur di mantenere fede ad un patto che altri hanno
    disatteso, si rimane ancorati alle politiche populiste di un partito che è sceso nei consensi al livello di Fratelli d’Italia (che nel frattempo è salito).
    Sarà la pandemia ma a me pare che siamo nel caos più profondo. Un vero medioevo moderno.

Lascia un commento