Le borse

Questa riabilitazione di Berlusconi mi puzza. Le parole che avrebbe detto il giudice Franco, che ora non può più né confermare né smentire mi puzzano una cifra ingente.
Ora Forza Italia invoca la revisione del processo Mediaset, quello dove Silvio è stato condannato per frode fiscale e che gli è costato il posto da senatore e il prestigio, si insomma, si fa per dire, visto quello che combinava nelle segrete stanze delle sue ville e di cui ci sono ancora strascichi giudiziari.
Quelli per intenderci delle cene eleganti.
Di cui a me interessa meno di nulla, intendiamoci se non fosse che quel signore ha occupato la scena politica per un ventennio, fatto tendenza e combinato guai notevoli.
Mi puzza proprio tanto. Non starà maneggiando per tornare al governo?
magari assieme al suo pupillo leghista, magari come suo badante?
Quando c’è lui di mezzo bisogna aspettarsi qualsiasi cosa.
Ha due borse sotto gli occhi che potrebbero contenere arnesi da scasso, attenzione signori perché il lupo perde il vizio ma non il pelo. E Berlusconi di pelo, magari raccogliticcio, né ha ancora in abbondanza.

Un commento su “Le borse”

  1. Credo che questo sia l’estremo tentativo di sottomettere la magistratura all’esecutivo.
    Si approfitta di una situazione di crisi del potere giudiziario lasciato alla mercé di pochi uomini, i compomenti del Csm, alcuni togati, altri di nomina dei partiti. Un organismo che è andato deteriorandosi fino all’assunzione del potere reale nelle mani di un sol uomo, il presidente del Csm. Basta che questi sia marcio che marcisce tutta la magistratura.
    Il Csm dovrebbe essere presieduto dal Capo dello Stato, ma questa è una figura troppo lontana dagli intrighi di parte.
    Ed ecco che la riabilitazione di Berlusconi sarebbe il colpo di grazia alla Magistratura.
    Il Parlamento è già da tempo esautorato, adesso verrà anche sforbiciato, ci avviamo inesorabilmente verso l’attuazione della Repubblica delle banane.

Lascia un commento