Un italiano vivo

Il bel nuovo partito di Renzi ha come logo la sua faccia stampata.
Il partito di Renzi è la sua faccia una bella faccia da…partito.
Ma lui partito lo è sempre stato anche quando era nel PD, ormai un secolo fa. Partito subito per la tangente rasserenando Letta che lui era pronto a lasciare che governasse un secolo ed avrebbe avuto il suo appoggio incondizionato.
Invece, sappiamo come è andata ed ora fa lo stesso. Condiziona Zingaretti e gli dice”Fatti più in là, non conti niente adesso tocca (di nuovo ) a me”.
Perché il “mracolo” di mandare a casa Salvini l’ha fatto I.V. nella persona del suo leader che ora, dice, finalmente si sente che può respirare meglio lontano dalle correnti che lo soffocavano.
Strano di solito le correnti fanno circolare l’aria ma per lui (adesso) piccolo è bello.
Ma cresceranno, oh se cresceranno.
Intanto si cucina DiMaio sempre più pesce lesso depresso, lo prende sotto la sua ala protettrice di Gufo Reale esperienziato di lunga militanza politica e di politica militanza.

Furbo come una volpe e scaltro come il serpente davanti a lui Machiavelli sfigura, scolora impallidisce.
Transfughi dei 5s o di qualsiasi altro partito, venite e me, dice, l’ex premeir (ma chi l’ha fatto premier a quello?).
E promette di dare battaglia a tutti ma soprattutto al PD, a Zingaretti che non è che un mollaccione che è caduto nella sua trappola senza neppure darsi la pena di fare qualche piroetta per divincolarsi.

Sono tornato, dice, a tutti i giornali disposti ad accogliere le memorie dal soprassuolo del vendicativo e agguerrito ex trombrato dagli elettori e dagli eletti, redidivo per eccellenza e intrallazzatore per antonomasia.

Si aprono nuovi scenari non c’è più né la destra né la sinsitra, signori, è inutile che che vi accapigliate sulle vecchie politiche: non c’è n’è più per nessuno ora c’è solo Italia Viva e qualche robivecchi che raccoglie paccottiglia lasciata li a inquinare l’ambiente. Mentre il bel nuovo vivo partito italiano ha per l’ambiente idee meravigliose.

Venite avanti Gretini!

Dimenticavo che Renzi ha in progetto di partecipare al prossimo San Remo (fin che la barca…) con la canzone: Sono un italiano un italiano vivo…

4 commenti su “Un italiano vivo”

  1. Ogni volta che dico “piacere Serena”, mi guardano strano e mi pare che pensino: amica di Renzi?
    Manco per nulla, io sto serena fin che mi pare e però col fiorentino campagnolo bello nun c’ho niente a che spartire e italiana viva son ben anch’io ma non avrà mai il mio voto, guardatelo li prima spara sul pd e ora?
    Si fa il suo partitino bello bello epretende pure di essere votato!
    Si Dimma è propprio un pesce lesso, l’avete visto da Gillette? Non sapeva se ridere o se piangere.
    Ministro degli esteri, ma quale? ministro degli esterni nel senso che proprio lo mettiamo fuori, sul balcone che gli piace tanto.

  2. Forse, più che “Italia Viva”, che viva non è manco per niente, Renzi avrebbe dovuto titolare il suo partito, “Italia, vivi!” col punto esclamativo compreso.
    Sarebbe sembrata, più che una constatazione, un’esortazione, un grido di battaglia, un’incitazione al risveglio dal torpore e alla autoaffermazione.
    Perché oggi più che i programmi, contano la capacità di suscitare il desiderio d’inventiva, la capacità di vedere oltre l’orizzonte che limita la visuale, la possibilità di battere nuovi sentieri, e magari di capovolgere… la forza di gravità.

    Insomma, scherzi a parte, e parlando più terra terra, Renzi è la personalità più di spicco nel panorama politico italiano, non per nulla si parla sempre di lui, nel bene e nel male, e questo spiega anche la diffidenza di certo elettorato.
    La sua iniziativa potrebbe risolversi in un fiasco, come sarebbe il solito partitino di nicchia, che vivacchia sul tot %, collocato tra Forza Italia e il Pd, oppure potrebbe risolversi in un modo diverso di fare politica, raccogliendo consensi, non da destra o da sinistra, ma , come lui fa intendere, dai giovani e dalle donne che guardano al futuro, ossia delle menti meno condizionate dall’eterno svolgersi ripetitivo dei tempi.

    RISPOSTA
    scusa Alessandro, capisco che capovolgere la forza di gravità sarebbe un programmino di tutto rispetto, ma allora, mi chiedo e ti chiedo…ma Renzi fino ad adesso dove stava? Questo portento dove si era nascosto?
    Ti ricordo, en passant, che ha governato quasi quattro anni e per altrettanti è stato segretario del PD, no pizza e broccoli.

  3. Be’, San Paolo non è stato folgorato sulla via di Damasco?

    RISPOSTA
    mentre Renzi prima di raggiungere la santità ne ha di strada da fare…
    Ho visto Bersani stasera, ultimamente viene chiamato spesso in tv a fare l’opinionistra (opinionista disinistra) e forse anche perché abbiamo bisogno di vedere facce rassicuranti, con quelle che girano…e l’ ho visto possibilista sul governo ma ho avuto l’impressione che vedesse ancora mucche in corridoio, più di una…

  4. In realtà Renzi, con Ia sua uscita (in tutti i sensi) ha minato il nuovo governo, soprattutto la sua durata, prima i poi accadrà qualcosa su cui non si transige più, e sarà il pretesto per farlo cadere.
    Ricordo quando il governo Prodi fu indebolito dalla conversione del Pds in Partito a vocazione Maggioritaria. Allora fu Veltroni ad essere intempestivo, oggi è Renzi ma per molti meno: il suo partito è a vocazuone minoritaria che, in un sistema proporzionale, vuol dire il famigerato “ago della bilancia”.
    RISPOSTA
    dice che non lo farà cadere ma lo tiene in pugno, su questo non c’è alcun dubbio ed un governo cosi non può durare a lungo.

Lascia un commento