Che si tratti di fifa?

 

“Tempo sei mesi e ti spari, nemico mio”.

Scrive Luigi Sanfilippo su Facebook  a  Matteo Salvini.   Che potrebbe voler dire che i social network andrebbero chiusi per l’uso distorto e irresponsabile che se ne fa continuamente , soprattutto da parte di tanti politici che se ne servono per attirare consensi e rimbecillire la gente. E’ il caso di Salvini ma è anche il caso di Renzi, che  si è precipitato a difenderlo.

Ma piantatela di usare un mezzo che potrebbe anche essere utile ma che è abusato da troppi personaggi in cerca di visibilità o di autore.

E’il caso di questo Sanfilippo che non ha trovato di meglio per diventare il caso del giorno che scrivere stupidaggini sul suo profilo contro Salvini.

La Rai ha avviato un procedimento urgente contro di lui…

Secondo me dovrebbe licenziarlo tout court.   Un comportamento indegno, a mio parere, di chi rappresenta il servizio pubblico.

Ma Salvini ne ha dette tante, ha insultato tanti , si è fatto tanta pubblicità su Facebook.   Poi, però,  un giorno d’agosto si è tolto di mezzo da solo. Sparato sui piedi da solo. Preso a mazzate da solo.

Non è il caso di infierire.

Il motivo lo sa solo lui. Tutti possiamo ravvederci  e pentirci delle nostre malefatte in qualsiasi momento. Oppure,  più che il pentimento potè la fifa.  Di chi o che cosa non saprei . Ma credo che lo scopriremo presto.

 

Un commento su “Che si tratti di fifa?”

  1. Ormai il linguaggio sui social è senza freni, è la valvola di sfogo di chi non ha argomenti per controbattere un avversario o semplicemente esprimere un concetto a lui contrario.
    Allora ricorre alla frase forte o all’insulto.

    Oggi Conte nell’esporre il programma del nuovo governo ha posto l’accento su questo fenomeno, auspicando un linguaggio più corretto nelle dispute politiche.
    È un modo per combattere il clima di acredine che da molto tempo appesta la politica, speriamo bene.

    RISPOSTA
    certo, speriamo benissimo, non facciamo altro che sperare, noi.
    “Ha posto bene l’accento”…quello solo gli accenti sa porre bene. E’ già qualcosa, speriamo che coi decenni impari anche a fare qualche cosa d’altro. O anche no. Meglio.

Lascia un commento