Buono e zitto non conviene

Disse l’asino al maiale: ma di cosa ti lamenti?
hai un porcile niente male, fango e cibo di qualità
dove ti puoi sollazzare e cibarti in quantità.

E il maiale per risposta disse all’asino: si è
vero, tu hai ragione son sincero, ma il padrone
è cosi buono, di ingrassare mi permette…
sol però per farmi a fette.

Ed allor l’asino disse: caro amico c’hai ragione
non l’avevo messo in conto, sono un asino, si,
è vero, ma non sono mica tonto.

E se non te ne dispiace mi lamenterò pur io
perche un po’ mi son stancato d’essere sempre
bastonato.

La morale è questa qui: criticare costa poco
lamentarsi ancora meno, ma a star sempre zitto
e buono, dare tutto per scontato, ti potrebbe far
passare per… cornuto e mazziato.

Un commento su “Buono e zitto non conviene”

  1. Be’? L’hai copiata da La Fontaine?
    Scherzi a parte, è proprio azzeccata la filastrocca, stare zitti in politica non conviene proprio, non per nulla la stampa(e in genere tutti i mezzi di comunicazione), è considerata il quarto potere, dopo quello legislativo, quello esecutivo e quello giudiziario.

Lascia un commento