Battilocchi

Mi chiedo dove sia finito tutto l’apparato dei Cinquestelle, il Think tank che li ha portati fin qui. A dormire? Ma della grossa!

Ma non vedete dove state portando il paese, signori deputati e senatori e ministri del Movimento M5S?

Che lo state consegnando alla destra xenofoba e razzista. lo state mettendo in mano ai peggiori impulsi malpancisti, alla più becera e rancorosa genia di arruffapopoli e che lo state facendo tornare indietro di 100 anni?

Ve ne rendete conto o dormite beatamente da piedi (dei leghisti)?

Di Maio smettila di miagolare e dilla come la pensi fino in fondo. Dillo che ti senti soverchiato dal leghista duro e impuro, baciatore di crocifissi e di dittatori.

Non volevate Berlusconi? Vi sarebbe andata meglio con lui. Berlusconi davanti a cotanto Mr. Arrogance, è un signore coi guanti bianchi.

Invece che scagliarvi contro i governi precedenti, prendetevela col vostro alleato che con metà dei vostri voti vi sta mangiando un pasto completo , frutta e dessert, caffè e ammazzacaffè sulla testa.

Ma che razza di battilocchi siete (fatevi dire da Di Maio cosa significa)? Fate finta di non accorgervi che siete stati quasi spodestati, che contate meno di un fante di picche con l’itterizzia?

Datevi una smossa, non vedete che quello vi porta via le scarpe dai piedi con tutti i calzini?

Grillini, non mi siete mai stati simpatici ma qualche cosina delle vostre idee la condividevo. Ma come fate, voi, i paladini dei diritti umani, dell’onestà, della trasparenza, della chiarezza, arrivati al governo per aggiustare le tante ingiustizie del nostro paese, tollerare di avere un ministro indagato per sequestro di persona, detenzione illegale e abuso d’ufficio, che fa il bello, il brutto tempo, tuona, fulmina e saetta sotto il vostro nasino con il chiarissimo intento di far crollare il governo o al massimo di prendersi tutto il cucuzzaro alle auropee e lasciarvi col moccolo in mano?

E ben vi starebbe!

Ipocriti siete, se dite di non vedere quello che vi sta succedendo. Significherebbe una sola cosa: che vi siete accomodati su quelle poltrone e guai a chi ve le tocca.

E anche il premier…si, cioè il Conte…ma mi faccia il piacere! Si narra che sia furioso per l’incontro con Orban di mr. Arrogance, che, rosario alla mano, ha inanellato col medesimo tutta una serie di iniziative sui migranti che vanno in direzione opposta alla sua “linea”.

Ha fatto patti con uno che ha messo chilometri di filo spinato con le lamette anti migranti, che ha preso una barca di soldi dall’Europa e ora trama sottobanco per uscirne, che ha studiato con una borsa di studio di Soros e che ora emana leggi contro di lui, che limita la libertà di stampa nel suo paese, di fatto limitando la possibilità dei cittadini di farsi un’idea di come sta conducendo la sua politica.

E voi rimanete al governo con uno cosi? Ma dove avete messo tutta la boria e la tracotanza che avevate quando eravate all’opposizione? Che fine hanno fatto tutti i vostri “principi” che avete sbandierato fino allo sfinimento?

Dove è finita la vostra intenzione di pensare ai poveri, ai disoccupati, ai giovani,a chi è stato emarginato e attende giustizia?

State ancora a trastullarvi sugli errori compiuti dagli altri, ma non siete capaci di mettere una firma su un contratto che metterebbe fine alle ansie di migliaia di lavoratori. L’accordo sulla vendita dell’Ilva firmato con Arcelor Mittal non è in regola? E allora perchè non procedete ad annullarlo? Perché rimanete tra il lusco e il brusco tirando questa vicenda fino all’esasperazione?

Forse perché non sapete fare meglio di chi vi ha preceduto? Forse perché parlare è facile ma fare non lo è affatto e ve ne state accorgendo ogni giorno che passa?

Quando si è formato questo strano governo, questa alleanza che faceva i pugni da subito, ho pensato che si metteva male, ma, francamente, non pensavo davvero cosi male.

Potreste dare prova di attuale esistenza in vita se iniziaste a ribellarvi da subito allo strapotere di mr. Arrogance (sapete bene di chi parlo), altrimenti sarete suo complice nell’aver contribuito a distruggere del tutto i valori democratici che ancora resistevano nel nostro paese. Nonostante tutto.

E non sarà una colpa da poco, ve lo assicuro!

 

 

4 commenti su “Battilocchi

  1. Leggo sul web(Vesuvioline):

    “Questo termine deriva dal vocabolo francese battant l’oeil usato per indicare una cuffietta femminile che ricadeva sugli occhi. Metaforicamente lo stesso termine è stato poi usato a Napoli per indicare una persona che sembra essere sempre frastornata e stordita. Così come chi indossa la cuffietta non vede bene per l’indumento che annebbia la vista, così chi è definito “battilocchio” sembra essere confuso come se non vedesse, è considerato di scarsa intelligenza ed è spesso additato come “scemo del villaggio”.

    Ma dato che la fantasia napoletana non ha confini, ha conferito un ulteriore significato a questo termine. ‘O battilocchio indica, infatti, nel capoluogo campano la pizza fritta. Non quella imbottita, ma quella fatta da un impasto semplice fritto nell’olio bollente e subito servito avvolto in carta stagnola o in carta oleata”

    Ciò detto, vorrei specificare che quanto messo in evidenza dall’articolo è frutto del peccato originale: un’alleanza fatta a mero scopo di esercizio del potere.
    Di queste contraddizioni ne vedremo tante, quello che non vedremo è l’attuazione di un programma che rimarra sulla carta, fatto per carpire la credulita di certa parte dell’elettorato.
    Non credo ad una resipiscenza dei 5 stelle. Ormai sono in ballo e balleranno.

  2. Non capisco questa campagna antigivernativa, possibile si debba remare sempre contro?
    Vogliamo aspettare almeno il prossimo dpef?
    Il taglio delle pensioni d’oro, il taglio.degli sprechi, il.reddito di cittadinanza e il taglio delle tasse?
    La risposta della Ue alle nostre richieste?

    • Il taglio degli sprechi?
      Forse non lo sai ma il nostro premier (?) Conte ha già speso circa 160mila eruro per i suoi viaggi in due mesi, se continua cosi altro che reddito di cittadinanza, dovranno aumentare le tasse invece che abbasssarle.
      Questa del reddito di cittadinanza sarebbe anche una bella idea, bisogna vedere come la si mette in pratica in un paese che ha centinaia di pensionati finti, false pensioni di invalidità etc.Un reddito minimo per sopperire ai momenti di disoccupazione per il tempo che occorre a trovare un lavoro, è senz’altro da fare, ma allora si tratterebbe di un’aggiunta al sussidio di disoccupazione o simile.
      Ma le nostre finanze attuali e il debito colossale che abbiamo non ci permete di allargarci troppo.Enon certo di sforare il 3%.
      Meglio sarebbe se DiMaio si decidesse a fare il ministro del lavoro ed occuparsi di quello invece che di tutte altre questioni e finalmente mettere un punto fermo sulla questione Ilva invece di tracheggiare e far stare in ansia quei lavoratori.
      Se ne va in Egitto a far che? A spendere soldi pubblici? A farsi vedere che si da da fare , a togliere la scena a Mr. Arrogance?
      Ne ha da fare qui se volesse.
      La Ue la risposta ce la da …a forma di calcio sul sedere se coninutiamo a fare gli arroganti e a pretendere di fare come ci pare.

  3. AvantiMarch, ancora lei crede che siano conciliabili le idee della Lega e quelle dei 5stelle?
    Il ministro Tria, non lo dice ma lo fa capire che l’economia non consente fughe in avanti.
    Al più uscirà un aborto delle idee di Salvini e di quella di Di Maio. Una flat tax non troppo flat e un reddito di cittadinanza che sarà un sussidio di povertà.
    Sempre che il governo, senza una vera guida, duri a sufficienza per poterle varare.
    Anche il taglio retroattivo alle pensioni d’oro non si potrà fare a meno che non si sovverta lo spirito delle leggi che hanno validità da quando sono promulgate in poi. Ha il sapore più di una propaganda che di una misura efficace.
    Cordialità.

Lascia un commento