Feichnius

Pare che babbo Natale non esista. Ho letto questa notizia e ne sono rimasta sconcertata. Poi mi sono un po’ ripresa. Sarà una fake news, mi sono detta, con un sospiro di sollievo. Ma poi ho pensato:  e se fosse una fake news che sia una fake news? Non mi ci raccapezzo più.

Renzi si scaglia contro i grillini, dice che confezionano fake contro i dem e che si servono di un tale che ha un tot di siti che spargono bufale a man bassa per l’universo mondo . Non ci posso credere, sarà anche questa una bufala?

Pare che persino la Lega si sia servita dello stesso tale. Pare che questo tale, si chiami Magagna…no, Mignogna, si Mignogna…ecco me lo ricordo perchè da noi in Veneto le mignognole sono i versi che fanno i bambini per farsi le dare le caramelle dai genitori. O una cosa così. Mi ricordo mia madre che da piccola mi diceva sempre: “non serve che mi fai le mignognole”.

Comunque questo feichniuser, per dirla all’americana o contaballe per dirla in veneto, pare sia uno che se le inventa grosse per intorbidare le acque e che lavori o abbia lavorato o stia lavorando, per il M5S e per la Lega. Dico pare, io che ne so, l’ho letto e che ne so che non mi raccontano frottole?

Non ci capisco più niente. Ma a me, sinceramente, dell’ingerenza delle frottole sulla campagna elettorale, diciamo, m’importa relativamente poco.

Ma si!. ma quando mai abbiamo dato credito a quello che dicono i politici? Ma chi gli crede ormai? E anche senza ormai? Se c’è una categoria di feichniuser al mondo quella è proprio la categoria dei politici. Sono allevatori intensivi di bufale selvagge.

Pare che ci sia di mezzo la stampa internazionale e che l’on. vice presidente della Camera, Di Maio, abbia affermato di volere che ci siano i controlli dell’Osce sulle prossime elezioni. Giusto, perché no i Caschi Blu dell’Onu? E pare che Renzi gli abbia risposto tramite Richetti (sempre in mezzo ‘sto Richetti, ma da dove sbuca?) che lui è il primo che dovrebbe controllare in casa sua, le bufale che pascolano nei  siti a loro collegati in giro per il web…

Ma che cosa sta succedendo? Di colpo siamo invasi dalle bufale? Bisognerà trovare qualche contromisura, che so, qualche recinto che le trattenga, che gli impedisca di pascolare ovunque. Pare che dalla Russia ne arrivino tante. E si che la strada è lunga.

Io fatico a credere che mi vogliano far credere quello che vogliono farmi credere…a chi devo credere? Insomma il troppo… Stroppa.

Ricordo un verso di una famosa canzone che fa…:” sei più sincera quando dici una bugia”. Si riferiva forse alla politica italiana?

5 commenti su “Feichnius

  1. Le fake news sono recenti (le feichinius, addirittura recentissime), come pure le post verità. Più antiche sono le bufale e, ancora di più, le frottole, le balle, le panzane, le menzogne, le bugie.
    Cambiano i termini, ma la sostanza è sempre quella. Sono falsità che sembrano vere, banalita che sembrano false, sciocchezze che circolano e s’insinuano dappertutto, nella vita come nei media, nella carta stampata come nel web.
    Li mettono in giro l’ignoranza, la presunzione, la furbizia, il piacere di stupire, il desidesiderio di esagrare, la mitomania, la volontà di nuocere.
    Si propagano velocemente per credulità innata, per dabbenaggine, per pigrizia, per per convinzione.
    C’è chi crede a qualsiasi notizia data da un volto televisivo, chi si fa suggestionare dagli spot pubblicitari, chi si abbevera di soap opere, chi crede alle dichiarazioni ufficiali, alle paure artificiose, alle promesse elettorali, al malocchio, all’influsdo degli astri;
    ai “faremo pien luce”, ai “non lasceremo nulla di intentato”, ai “provvederemo senza frapporre indugi”, agli “indagheremo a 360 gradi”, ai “tutto e subito”, alle paure che “gli islamici ci sopraffarranno”, all’ “inutilità dei vaccini”, perfino alla fine del mondo in tal giorno e alla tale ora. Per questo io mi porto sempre un ferro di cavallo scaramantico sempre dappresso.
    Insomma Mariagrazia, non so se siamo più sinceri quando diciamo una bugia e più bugiardi quando diciamo la verità. Forse è solo una questione probabilistica come nella fisica dell’elettrone.
    Ciao.

  2. Gentile Mariagrazia, questo scambio di accuse di fake news è l’ennesima riprova di quanto la politica sia distante dai cittadini.
    Almeno lei ne ha tratto spunto per fare simpatica ironia.
    Saluti.

  3. Grazie. Ma lo scambio di accuse trai politici non è una novità. Questa volta si parla di ingerenza sulle elezioni di notizie diffuse a d arte per screditare l’avversario politico, in questo consiste la novità.
    E se verrà accertato che la russia ha veramente influenzato le presindenziali Usa, la cosa è seria. Solo che da noi, In Italia, si strumentalizza tutto.

Lascia un commento